Le nuove generazioni figlie dell’immigrazione: soggettività e rivendicazioni

Località: Centro Congressi Le Benedettine - Piazza S. Paolo a Ripa D'Arno, 16, 56125 Pisa PI, ItaliaData: 24 Maggio 2024 15:30 - 24 Maggio 2024 19:00Venerdì 24 maggio, alle ore 15.30, nell’Aula B del Polo “Le Benedettine”, avrà luogo il seminario di formazione dal titolo “Le nuove generazioni figlie dell’immigrazione: soggettività e rivendicazioni”.L'evento è organizzato dal Centro Interdisciplinare “Scienze per la Pace” in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato Toscana (CESVOT).  L’obiettivo del seminario è duplice: da una parte, offrire strumenti di analisi e comprensione del fenomeno; dall’altro, sollecitare l’elaborazione di buone pratiche, progetti di intervento e politiche pubbliche in grado di rispondere alle domande di riconoscimento e di pari diritti e dignità sociale delle giovani generazioni con background migratorio. Pur trattandosi di gruppo variegato, in termini di paesi d’origine, contesti familiari e percorsi individuali, bambini/e, adolescenti e giovani fi

Le nuove generazioni figlie dell’immigrazione: soggettività e rivendicazioni
Località: Centro Congressi Le Benedettine - Piazza S. Paolo a Ripa D'Arno, 16, 56125 Pisa PI, Italia
Data: 24 Maggio 2024 15:30 - 24 Maggio 2024 19:00

seconde-generazionisito.jpgVenerdì 24 maggio, alle ore 15.30, nell’Aula B del Polo “Le Benedettine”, avrà luogo il seminario di formazione dal titolo “Le nuove generazioni figlie dell’immigrazione: soggettività e rivendicazioni”.

L'evento è organizzato dal Centro Interdisciplinare “Scienze per la Pace” in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato Toscana (CESVOT). 

L’obiettivo del seminario è duplice: da una parte, offrire strumenti di analisi e comprensione del fenomeno; dall’altro, sollecitare l’elaborazione di buone pratiche, progetti di intervento e politiche pubbliche in grado di rispondere alle domande di riconoscimento e di pari diritti e dignità sociale delle giovani generazioni con background migratorio.

Pur trattandosi di gruppo variegato, in termini di paesi d’origine, contesti familiari e percorsi individuali, bambini/e, adolescenti e giovani figli e figlie di persone immigrate sono spesso accomunati da una medesima condizione: quella di essere “nel mezzo”, ossia di vivere e costruire la propria identità in un contesto sociale fluido e conflittuale. Questa posizione può conferire loro la capacità di generare “attraversamenti”, collegamenti e sintesi creative di spazi, linguaggi e ambienti socioculturali differenti, ma può anche sfociare nel mancato riconoscimento e nell’(auto)esclusione, accompagnate dalla sensazione di essere “fuori posto” e di non appartenere a nessun luogo.

Si tratta di fare emergere, al di là della comune esperienza di essere “nel mezzo”, le condizioni che determinano i diversi percorsi di queste nuove generazioni, a partire dal proprio nucleo familiare, dalle reti sociali in cui sono inserite, dagli ostacoli legali e dalle discriminazioni incontrate nell’esercizio dei propri diritti. Ma si tratta, al tempo stesso, di promuovere quanto più possibile il protagonismo dei figli e delle figlie delle persone immigrate nella società e nella politica italiana, a partire dalle campagne per la riforma della legge sulla cittadinanza.

Per iscriversi, è sufficiente compilare questo form online entro il 20 maggio: sono disponibili 20 posti, ma verrà attivata una lista d’attesa.

Programma

“Seconde generazioni”: un concetto in questione
Thomas Casadei, Università di Modena e Reggio Emilia

I figli e le figlie dell’immigrazione: tra identità, spazi e nuove narrazioni
Basma Aissa, Next Generation Italy, Bologna

Nuove generazioni con background migratorio: soggettività, partecipazione, questioni di cittadinanza
Barbara Giovanna Bello, Università degli Studi della Tuscia

Qual è la vostra reazione?

like

dislike

love

funny

angry

sad

wow